TaskRabbit è un network globale che mette in contatto chi ha bisogno di una mano per lavori dentro e fuori casa (un tasck, appunto) con persone competenti e affidabili , disponibili ad aiutarli (i cosidetti tasker).  Il network, già accessibile in migliaia di città negli Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Spagna, Francia, Germania e Portogallo è da poco disponibile in tutto il Lazio e nella città di Milano. L’Italia è dunque l’ottavo Paese in cui TaskRabbit mette a disposizione i suoi servizi.

Oltre 3.000 lavoratori autonomi si sono iscritti per offrire i loro servizi: ci sono 40 categorie disponibili, dal montaggio mobili al giardinaggio, dalle pulizie alle piccole riparazioni domestiche. Incredibilmente l’Italia è il primo paese ad avere la più alta percentuale di donne iscritte al lancio della piattaforma: 850 (28%). La piattaforma ha da sempre avuto un grande successo. Lo scorso anno, più di 1 milione di clienti se ne sono serviti, sono state prenotate ben 1,7 milioni di task e i tasker hanno guadagnato oltre 84 milioni di euro. I tasker sono dei veri e propri lavoratori autonomi: stabiliscono le loro tariffe, indicano le loro disponibilità e incassano il 100% del costo orario e delle mance ricevute. Non c’è da stupirsi di tutto questo successo! In fondo TaskRabbit permette a chi è iscritto di costruire un’attività o semplicemente di guadagnare qualcosa in più. Dall’altra parte gli utenti si vedono aiutati nelle necessità della vita quotidiana. La navigazione sul sito è facile e trasparente e consente di prenotare le task in modo rapido e semplice.

“Siamo lieti di contribuire a offrire nuove opportunità di lavoro per l’economia locale in un momento di crisi globale causata dal Covid-19” ha dichiarato Ania Smith, CEO di TaskRabbit “Infatti, negli ultimi dieci anni, TaskRabbit ha aiutato centinaia di migliaia di persone a entrare in contatto con tasker competenti e affidabili nella loro zona e ancora di più oggi se ne ha bisogno.  Infatti la startup statunitense, durante la pandemia ha presentato il programma di volontariato “Task per il sociale” (“Tasks for Good”). Questa iniziativa è stata messa a disposizione in Italia dal giorno stesso del lancio, così che le organizzazioni e gli individui vulnerabili possano avere un accesso facile ai tasker stavolta volontari che quindi offrono dei servizi essenziali senza costo alcuno e in sicurezza. “Siamo entusiasti di presentare TaskRabbit in Italia” continua Ania Smith “un Paese con un forte senso di appartenenza alla comunità, una tradizione di vicini che si aiutano tra loro, quindi un costume perfettamente in linea con i nostri valori”.

Una curiosità. La piattaforma è di proprietà di INGKA Group (IKEA!) perciò da oggi i clienti IKEA di Roma e Milano possono richiedere i servizi di montaggio mobili forniti da TaskRabbit direttamente nei negozi IKEA. A Milano nei punti vendita di Corsico, Carugate e San Giuliano Milanese e a Roma in quelli di Porta di Roma, Gregorio VII, San Silvestro e Anagnina, addirittura anche tramite il loro e-commerce. I tasker possono aiutare nel rilevamento delle misure della mobilia prima dell’acquisto e successivamente nel montaggio dei mobili entro un giorno dall’acquisto.

Concludiamo ricordando che per trovare e prenotare un tasker nella propria zona, basta visitare il sito TaskRabbit o scaricare l’app TaskRabbit per iOS o Android. Speriamo che questo utile servizio diventi attivo in tutta Italia al più presto.

Fonte: www.lastampa.it – Giacomo Barbieri