Nomi che non compaiono o spariscono, numeri che non corrispondono alla rubrica, prefissi internazionali che non vengono registrati. Si tratta di piccoli bug che innescano un comportamento inatteso nell’applicazione e ne impediscono il corretto utilizzo.

Numeri al posto dei nomi – Se all’improvviso il vostro Whatsapp inizia a mostrare numeri al posto dei nomi, la causa più comune è l’assenza dei permessi di accesso alla rubrica che, per varie ragioni indipendenti dal problema, il telefono potrebbe aver revocato o disattivato (o mai concesso, nel caso di una nuova installazione).

Su iPhone basta andare su Impostazioni > Privacy > Contatti e da qui abilitare la spunta verde a Whatsapp sull’interruttore corrispondente. Se non fosse possibile farlo, allora la colpa potrebbe essere delle Restrizioni, che si possono gestire da Impostazioni > Generali > Restrizioni.

Su Android i permessi di accesso si possono controllare Impostazioni > App e notifiche > WhatsApp > Autorizzazioni. Sui telefoni con il sistema operativo di Google potrebbe essere necessario resettare l’account. Si può fare da Impostazioni > Utenti e Account > Whatsapp. Da qui si cancella l’account con un tap su Rimuovi Account > Rimuovi Account. Per crearlo nuovamente basta aprire Whatsapp, toccare l’icona nuova chat, poi Menù e infine Aggiorna.

Contatti internazionali – Nel caso un contatto non compaia nonostante l’abbiate aggiunto in rubrica, controllate sempre di aver adoperato il codice di selezione internazionale corretto (come il +39 davanti al numero per l’Italia). Se avete un numero italiano, WhatsApp tenderà a considerare italiani i numeri della rubrica per i quali non è specificato esplicitamente un prefisso. Nel caso di contatti italiani il problema non si pone, mentre per i numeri internazionali questo può portare a un errato riconoscimento del contatto.
In particolare il problema sorge quando un contatto internazionale invia un messaggio prima che il ricevente abbia registrato il suo numero in rubrica: nel caso si provi ad aggiungere il numero ai contatti partendo da WhatsApp l’applicazione cercherà inevitabilmente di aggiungere un prefisso internazionale, salvando così un contatto errato che inevitabilmente l’app non riconoscerà.

Un esempio pratico: un contatto ci scrive un messaggio con un numero spagnolo al nostro numero WhatsApp Italiano. Con un tap sul numero scegliamo di salvarlo in rubrica. A questo punto WhatsApp invece di salvare il numero con il +34 davanti procederà inevitabilmente ad aggiungere il +39 davanti al numero spagnolo, rendendone impossibile il riconoscimento dall’applicazione stessa.
Il problema si pone ovviamente con tutti i numeri che non riportano lo stesso prefisso internazionale e in alcuni casi può essere la ragione anche del mancato riconoscimento di un numero italiano nonostante l’account dell’utente sia a sua volta italiano.
L’unica soluzione in questi casi consiste nel copiare manualmente il numero e procedere alla creazione di un nuovo contatto dall’app telefono o dall’app contatti dello smartphone.

Mancato riconoscimento di un numero appena inserito – Un altro bug misterioso è il mancato riconoscimento del numero appena inserito in rubrica, anche quando tutte le indicazioni sull’uso dei prefissi internazionali sono state rispettate. La chat funziona e il collegamento con l’altro utente viene stabilito correttamente, ma il nome non si decide a comparire. Potrebbe trattarsi di un qualche tipo di bug sui server remoti del sistema. Fortunatamente questo è anche il problema più semplice da risolvere: nella maggior parte dei casi, basta chiudere l’applicazione e cancellarla dal multitasking in modo da riavviarla da zero. Riaprendo l’app nel giro di pochi secondi il numero viene riconosciuto dai server di Whatsapp e il nome del contatto compare correttamente.

Conflitto fra SIM e contatti di Google – Nella versione per Android WhatsApp riscontra infine qualche problema nella gestione della priorità di lettura dei contatti fra la SIM e la rubrica dei contatti sincronizzata sull’account Google. In particolare se un numero è registrato sulla SIM con un nome (ABC) ed è presente anche sui contatti dell’account Google ma associato a un altro nome (XYZ), nella maggior parte dei casi WhatsApp mostrerà quel numero associato al nome salvato sulla SIM (ABC). Il comportamento può variare a seconda dei modelli di smartphone. Consigliamo semplicemente di cambiare il nome del contatto sulla SIM per mostrare il nome corretto.

Fonte: www.lastampa.it di Andrea Nepori

 

Pin It on Pinterest

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire
funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul
modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web,
pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che
hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.
Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare il nostro sito web. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi