In questa storia tutta italiana ci sono determinazione e soprattutto l’intuito e la specializzazione tecnologica per migliorare la qualità del nostro tempo libero “Abbiamo iniziato qualche anno fa”, spiega Guya Paganini, CEO di MyPass “ma in poco tempo abbiamo cambiato il modo di vivere la montagna e lo sci, introducendo il concetto di “Pay per Use”, facendo pagare allo sciatore solo per il tempo trascorso sulle piste, con grande comodità e sicurezza. Il pagamento avviene con tutta calma attraverso un addebito serale. MyPass Ski è stata una rivoluzione per tutti gli appassionati di neve e grazie alla partnership con il Gruppo Helvetia, che nel frattempo è diventato socio di MyPass, è stata sviluppata anche la prima instant insurance che si attiva al passaggio dello sciatore al primo impianto della giornata. Tutto ciò consente a sciatori e snowbordisti di godere le piste senza preoccuparsi di code alle biglietterie o di dover decidere in anticipo quale skipass acquistare.

“I numeri parlano chiaro” spiega Guya Paganini: “Una crescita del 60%, a livello nazionale, con oltre 60 mila giornate di sci registrate, 15 comprensori dal Piemonte al Trentino e 30 mila utenti che usufruiscono del servizio con grande soddisfazione, Il tasso di rinnovo è del 90%. Ci aspettiamo un’ulteriore importante crescita in questa stagione, sui comprensori Trentini come Madonna di Campiglio o Andalo Paganella, ma anche su quelli valtellinesi di Bormio e Livigno.

Ma non è finita qui. Forti del successo ottenuto, la scorsa primavera è stata lanciata l’app Mypass Venezia, per visitare la “Serenissima”. Permette di realizzare un nuovo modo di vivere l’esperienza turistica acquistando numerosissimi servizi, dai trasporti ai musei ai parcheggi.  La più recente InPark, sviluppata per la città di Udine,  offre una soluzione integrata di servizi di parking e non solo. “Siamo convinti” conclude Guya Paganini “che l’interoperabilità della nostra piattaforma abbinata alla continua naturale ricerca da parte dell’utente per trovare semplicità, velocità e qualità dei servizi siano l’arma vincente per crescere in un mercato molto competitivo dove solitamente sono gli stranieri ad eccellere.

Fonte: www.repubblica.it

Pin It on Pinterest

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire
funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul
modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web,
pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che
hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.
Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare il nostro sito web. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi